La FORMAZIONE dei Lavoratori e dei loro rappresentanti - Art.37 D.Lgs.81/08

Accordo in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni del 21.12.2011 in G.U. n.6  dell’11.01.2012

A seguito dell’intervenuto accordo in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni in attuazione dell’art.37 comma 2 del D.Lgs.81/08 che definisce i contenuti minimi e le modalità della formazione dei lavoratori, questo organismo paritetico come previsto dall’art.37 comma 12 del D.Lgs.81/08 predisporrà a breve programmi formativi rivolti ai lavoratori delle imprese che aderiscono al sistema della bilateralità.

Il D.Lgs.81/08 ,come ribadito dall’accordo stato-regioni, dispone che i corsi di formazione per i lavoratori siano realizzati previa collaborazione con gli organismi paritetici, ove presenti nel settore di attività o sul territorio nel quale opera l’impresa, e che tale collaborazione è prevista anche per la formazione dei dirigenti e preposti .

Il CPRA è organismo Paritetico presente sul territorio della Regione Toscana per le imprese che applicano i CCNL dei lavoratori delle imprese artigiane a cui possono aderire anche le imprese di altri settori e/o comparti produttivi dove i lavoratori non hanno eletto o designato il rappresentante dei lavoratori alla sicurezza e che non rientrano nella sfera di applicazione dei ccnl dell’artigianato.

Il CPRA propone moduli formativi dedicati ai lavoratori e ai Datori di Lavoro e tiene contatti con gli enti istituzionali  preposti (quali Asl, Regione, Inail, Direzione Regionale del lavoro,  ecc..)  per promuoverne e qualificarne le azioni anche al fine di ricercare forme di sostegno economico finalizzato ai programmi di risanamento ambientale e per la sicurezza.

Il CPRA predispone anche il necessario materiale di informazione e formazione per gli OPTA, i RLST, RSPP, i lavoratori e le imprese.

 Il CPRA è dunque l’organismo paritetico al quale debbono rivolgersi le imprese del comparto artigiano e le imprese aderenti alle organizzazioni datoriali CNA, Confartigianato, Casartigiani per richiedere la collaborazione per la formazione dei lavoratori.

La richiesta di collaborazione deve essere inviata agli Organismi Pariteteci Territoriali (OPTA) competenti per territorio.

OPTA AREZZO c/o FIMIA - Via Calamandrei 120 - 52100 Arezzo - Tel 0575 28815- Fax 0575 27994

OPTA FIRENZE c/o EBRET - Viale F.lli Rosselli 47 - 50144 Firenze - Tel 055 3557189 - Fax 055 350551

OPTA LIVORNO - C/O CNA Via M.L. King 13 -57128 LIVORNO - Tel 0586 267111 - Fax 0586 813416

OPTA LUCCA - Viale Castracani Trav IV 84 - Tel 0583 47641 - Fax 0583 476499

OPTA PISTOIA c/o FILA - Via Donatori del sangue 35/a- 51100 Pistoia - Tel 0573 33213 - Fax 0573 509441

OPTA GROSSETO c/o FIADA - Via Adriatico 7 - 58100 Grosseto - Tel 0564462015 - Fax 0564 453565

Nelle Province ove non siano presenti gli OPTA la richiesta può essere inviata direttamente al CPRA al n.di fax 055 350551

Si precisa che la richiesta di collaborazione deve pervenire all’Organismo Paritetico formulata direttamente dalla impresa anche per il tramite di altri soggetti abilitati .

La richiesta di collaborazione deve essere accompagnata dal progetto formativo dell’impresa che deve contenere almeno le seguenti informazioni:

soggetto organizzatore della formazione ( dati anagrafici del soggetto e requisiti);

responsabile del progetto formativo ( nominativo e requisiti);

nominativi dei docenti e requisiti;

nominativi dei lavoratori interessati e mansione;

Classificazione del settore di rischio in base all’Allegato I dell’accordo stato-regioni;

contenuti formazione generale e modalità ( aula, azienda, e-learning)

contenuti formazione specifica ( debbono essere rispondenti alla valutazione dei rischi ed alla mansione a cui è adibito il/i lavoratori);

L’accordo in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni in attuazione dell’art.37 comma 2 del D.Lgs.81/08  prevede un  termine di quindici giorni , dall’invio della richiesta , per la risposta da parte dell’Organismo Paritetico. Qualora questa risposta non venga fornita entro tale termine l’impresa potrà avviare la formazione.

In merito all’accordo intervenuto in sede di Conferenza permanente Stato-Regioni sono peraltro sorti alcuni dubbi di natura interpretativa su diversi argomenti: formazione pregressa, tempi, ecc.

Il Ministero del Lavoro ha annunciato a breve una circolare esplicativa sull’argomento.

In attesa di tale Circolare il CPRA avvierà comunque l’iter per la predisposizione di programmi formativi, della modulistica per la richiesta da parte delle imprese della collaborazione del CPRA stesso ai programmi formativi delle imprese.

Di tutto ciò ne sarà data notizia tramite pubblicazione sul sito, tramite le organizzazioni datoriali e sindacali firmatarie dell’accordo e a mezzo stampa.